Archivio per la categoria ‘Artwork’

Una nuova avventura…

Pubblicato: 21/02/2011 da MS in Artwork, inform 7, Videogiochi Testuali

…sotto la pioggia, presto su WordPress 🙂
Si prospetta un gioco piuttosto umido e uggioso...

Annunci

Il Sacerdote dell’Aere è la seconda delle due classi disponibili in Frammenti di Identità.

Si tratta essenzialmente di una classe curatrice, basata sull’eleganza e sulla tattica. Ogni Sacerdote in effetti ha la possibilità di curare le proprie ferite e prolungare dunque il combattimento, ma queste dinamiche non saranno lineari come nella maggior parte degli RPG.

Un Sacerdote che cura vedrà anche i propri poteri offensivi e curativi crescere. Un Sacerdote che ricorrerà ad incantesimi offensivi potrà al contempo curarsi. Ogni incantesimo offensivo potrà diminuire l’intensità delle cure. Dunque si dovrà cercare il giusto equilibrio tra offesa e difesa, la giusta tattica tra danno e cura.

Il Sacerdote dell’Aere potrà anche contare su un potenziamento peculiare, che gli permetterà di volteggiare nell’Aere ed evitare le mosse nemiche, oppure di eseguire spettacolari mosse d’attacco con la propria arma, un elegante e micidiale bastone d’argento e cristallo.

Nella versione alpha di Frammenti di Identità era presente solo la Classe del Sacerdote dell’Aere, con ben 16 mosse disponibili e circa 24 combinazioni possibili di abilità ed incantesimi, grazie al peculiare Combat Evolution Skill System implementato per la prima volta in Frammenti ed ideato da Massimo S. Visto l’anticipo rispetto alle scadenze della Orgc, Massimo pensò ad una seconda classe, con un numero lievemente maggiore di combinazioni, che arricchisse lo scenario di Frammenti, così nacque l’Animista delle Selve.

L’Animista Delle Selve è una delle due classi magiche di Frammenti di Identità.

Si tratta di guerrieri capaci di controllare le forze della natura per combattere in maniera efficace. Essi possono invocare e combinare la forza dei Quattro Elementi Alchemici per vincere il duello, magari indebolendo il nemico con una cascata d’acqua per poi scaricargli addosso la potenza devastante di un fulmine, oppure avvolgendolo in terribili tralci d’edera e purificarlo con la forza del fuoco.

Ma gli Animisti non hanno a disposizione solo queste terribili combinazioni d’attacco, che richiedono tra l’altro una sapiente tattica, poichè essi possono anche invocare gli spiriti di alcuni animali protettori o tramutarsi addirittura in un felinoide o in un lucertoloide, per migliorare le proprie abilità magiche o fisiche. In effetti gli Animisti delle Selve possono contare anche su alcune tremende tecniche di calci e pugni, con cui dare filo da torcere anche nel corpo a corpo più serrato.

Le Tre Stelle Del Circo: eccentrica Apparenza o nuda Essenza?

Le Tre Stelle Del Circo: eccentrica Apparenza o nuda Essenza?

La loro Apparenza è determinata dalla loro divisa scintillante, dal loro fascino scevro di imperfezioni, dagli sgargianti colori dei loro numeri.

Sputafuoco, Ammaestratore e Illusionista sono solo artisti circensi. La loro esistenza è legata ad una illusione fragile. Duratura quanto il volteggio di due majorettes infuocate. Stupefacente quanto l’esibizione di una belva ammaestrata. Veritiera quanto un gioco di prestidigitazione.

Sputafuoco, Ammaestratore e Illusionista sono solo le Tre Stelle del Circo della Fiamma Cupa.

La loro Essenza è senza alcun abbellimento. Essa è nuda, legata esclusivamente ai loro tre nomi. Sylvia, Antonin e Franca. E’ questa la loro vera Identità. Ma essi…essi ne sono ancora a conoscenza?

E noi? Anche noi abbiamo una Doppia Identità? E, cosa più importante di tutte, ne siamo a conoscenza?

PS: potete incontrare Sputafuoco, Ammaestratore e Illusionista giocando a Frammenti di Identità, un’avventura testuale di Massimo Stella.

Le Tre Stelle del Circo della Fiamma Cupa: abili artisti, spensierati ed eccentrici, oppure cuori solitari e vuoti, svuotati degli affetti e sopraffatti da una meravigliosa illusione?

Illusionista è la terza e ultima sfidante di Frammenti di Identità.

Illusionista è la terza delle Tre Stelle del Circo della Fiamma Cupa.

Il suo vero nome è Franca ed è probabilmente anche la più stralunata sfidante che incontrerete. Eternamente insoddisfatta per il fatto di non avere mai un assistente per i propri numeri di prestigio, maniaca dei giochi con le carte in qualsiasi forma o maniera, Illusionista è anche la più infantile del gruppo. Nel costruire il suo personaggio mi sono ispirato alle tante magie delle maghette della primissima  infanzia; sicuramente gli estimatori degli anime dello Studio Pierrot o della Toei Animation ritroveranno molte formule simili a quelle di grandi eroine della Luna o di Dolci maghette oniriche.

La sua principale illusione è proprio l’Illusione stessa. Franca è figlia di un padre violento e di una madre dolce e apprensiva. Il primo, un militare incallito, ha fatto conoscere alla ragazza gli orrori della guerra, seppure solo indirettamente, mentre la seconda ha sempre cercato di risollevare il morale della sua piccola con continui e meravigliosi giochi di prestigio. Come conseguenza di questa infanzia complicata, Franca è cresciuta continuando a sognare di vivere una vita perfetta e magica, priva di sofferenza e ricca di sorrisi e stupore, gli stessi di un numero di prestidigitazione. Non sarebbe forse fantastico vivere in un universo privo di guerre e sofferenza, dove i conflitti si risolvano…come per magia?

Ammaestratore è il secondo avversario che incontrerete nel gioco RPG testuale Frammenti di Identità.

Ammaestratore è un uomo dalla parvenza austera e dai modi bruschi.

Non parlerà molto e non vi chiamerà ‘Dolcezza’ come invece fa Sputafuoco. Il suo numero con le Quattro Fiere del Circo potrebbe mettervi in seria difficoltà qualora non foste degli esperti di animali mitologici.

Gli animali che si esibiscono con lui alla luce delle Fiamme Cupe non sono altro che delle marionette ben fatte, fedeli riproduzioni di quegli animali che lo aiutarono, da piccolo, scambiandolo per un cucciolo, a sopravvivere nella foresta nella quale era stato abbandonato.

Come tutte le Stelle del Circo, Ammaestratore porta in sè una grande carica emotiva. Il rapporto difficile con il padre. La vita perigliosa nella foresta. L’incontro con il Direttore del Circo, che è stato il suo primo tutore. Infine la possibilità di aggregarsi alla compagnia circense e costruire l’Illusione che egli incarna al meglio. Ossia il mondo di quella passione per la natura e per gli animali che non è un altro che un valido scudo per non confrontarsi con gli altri o con sè stessi. Sia ben chiaro che non è sempre così, eppure nel caso di Ammaestratore gli animali non rappresentano altro che una compensazione in mancanza di altri rapporti affettivi. Una illusione che prova a fornire tenerezza e autostima. Una illusione, per l’appunto.