Archivio per la categoria ‘inform’

Oggigiorno vanno di moda i vampiri belli, tenebrosi, stranamente interessati a quindicenni in piena tempesta ormonale e dai nomi ‘graziosi’. Insomma bellimbusti dai toni decisamente più romanzati dei buoni vecchi esempi di una volta.
A riportarci ai bei tempi dei veri principi della notte ci pensa Marco Vallarino, scrittore e giornalista ligure con una consolidata carriera nel mondo del noir alle spalle, con la sua ultima fatica: Darkiss! Il bacio del vampiro.

Il nostro alter ego virtuale questa volta sarà Martin Voigt, crudele e terribile compare di Dracula, deceduto ufficialmente dieci anni prima con un paletto al cuore e oggi ufficiosamente ritornato in circolazione grazie all’oscuro potere di una certa vampira il cui nome è preso dritto dritto dalla mitologia mesopotamica. Il ritorno di Voigt non sarà tutto rose e fiori: il suo covo è ora infestato di trappole e di enigmi curiosi, appositamente costruiti per tenere alla larga gli intrusi ed ora magnificamente adatti a rallentare l’ascesa del signore oscuro, che brama nuovamente la libertà.

L’avventura ricorda tanto lo stile classico: una narrazione pretestuosa iniziale come motivazione al gioco, una serie di camere da esplorare con tanto di enigmi strategici (combinazioni numeriche, esplorazione, combinazioni di oggetti) ed interazioni spassose e appaganti (ricordate sempre che i vampiri sono esperti nel succhiar sangue, non nel contare o nello scrivere le moltiplicazioni con una più sintetica croce…). Insomma niente di rivoluzionario sul piano delle meccaniche di gioco, fatto controbilanciato da una notevole cura nelle descrizioni degli ambienti e dei luoghi, talvolta anche estremamente sintetiche e per questo adatte a piattaforme mobili, oggi ampiamente diffuse. Unico problema relativo alla presentazione dei testi è il fatto che spesso e volentieri capita che le uscite alle stanze non siano facilmente individuabili e sia pertanto necessario tracciare una mappa delle (comunque non troppe) locazioni da esplorare per non confondersi.

La difficoltà media degli enigmi non è eccessiva, sebbene capiti ogni tanto una sporadica caccia al verbo o alla locazione giusta (soprattutto nella terribile stanza delle torture). Comunque il giocatore è quasi sempre ripagato per il proprio impegno grazie a descrizioni ispirate o a dialoghi decisamente sopra le righe. La longevità dell’intera avventura supera decisamente il paio d’ore e lo stesso autore ha dichiarato di avere in cantiere altri nuovi, affascinanti capitoli.

Degno di nota è il battage messo in moto dall’autore per la giusta promozione di un lavoro così valido: un gruppo su Facebook, un sito dedicato, diversi materiali bonus aggiuntivi e addirittura la top five dei primi cinque avventurieri a concludere le gesta del cattivissimo Voigt. Viene da chiedersi se non sia ormai questa la vera strada da intraprendere se si vuole restare nel bacino di risonanza dei giocatori italiani di IF, che oggigiorno si può scoprire l’intero mondo delle avventure testuali anche grazie a Sheldon Cooper e al “più potente motore grafico mai esistito”.

Giudizio Finale: I contorni noir possono non risultare gradevoli a tutti ma si tratta di una pura questione di gusti, poiché Darkiss ha un’ottima atmosfera e meccaniche di gioco che, sebbene risultino abbastanza classiche, sono generalmente piacevoli e valide. Ci sono tutti gli elementi per sperare che, con l’aggiunta dei capitoli aggiuntivi, questa diventi una delle prossime saghe “blockbuster” del futuro dell’IF. Il mio voto finale per Darkiss è 8.5.

Un nuovo link nella collezione!

Pubblicato: 22/02/2011 da MS in inform
Tag:,

Oltre ai fantastici siti di Leonardo Boselli (Mille e Una Avventura) e di Tristano Ajmone (Zen Factor) oggi sbarca su NonUnSoloSpettacolo anche L’Allegro Avventuriero:
http://avventuretestuali.blogspot.com/
Il sito è gestito da Marco Falcinelli, precedentemente gestore del noto sito IFItalia, e oggi blogger esperto in materia di narrazione interattiva, attento alle novità del mondo Inform e alle curiosità delle più recenti avventure nostrane. Buona lettura!