Posts contrassegnato dai tag ‘prove’

Ed eccomi di nuovo ospite di questo piccolo blog, stavolta pronto ad intervistare Massimo Stella, autore del libro di didattica “In Palestra per la Fisica”, recentemente pubblicato sui principali store online della grande distribuzione.

HAL: Massimo, presentati brevemente ai nostri lettori.

MS: Ciao a tutti, sono Massimo Stella, ho 25 anni e sono laureato in Fisica, con una tesi in fisica teorica. Dopo alcuni problemi personali e burocratici, a breve inizierò ufficialmente un dottorato in Scienze della Complessità a Southampton.

HAL: Che cosa è esattamente “In Palestra per la Fisica”?

MS: Si tratta di un ebook, scaricabile al prezzo di un paio di caffè, che contiene ben 260 esercizi di fisica sotto forma di test, ciascuno dei quali risolto e approfondito. Ho scritto questo testo cercando di creare qualcosa di facilmente comprensibile, soprattutto per quegli studenti che non hanno avuto la fortuna di studiare fisica in maniera continuativa. Può essere usato per l’ammissione ai test per Ingegneria, Medicina, Scienze Infermieristiche e Odontoiatria, oppure per gli OFA per facoltà come Fisica e Matematica. Il 10% dei quiz è in inglese scientifico, di modo che l’ebook possa essere usato anche per prepararsi al GRE in Fisica o alla prova di ammissione a Medicina in lingua inglese.

HAL: Come è nata l’idea di creare un ebook per la didattica? Alla tua età scrivere un libro di quiz non è esattamente una cosa comune…

MS: La scorsa estate ho lavorato come docente esperto per Fisica all’interno di un corso per la preparazione ai test di ammissione a Medicina. La cosa molto positiva del corso era la sua gratuità, concertata appositamente da alcuni licei della Provincia di Brindisi. Gli studenti hanno potuto seguire in due mesi ben 150 ore di didattica frontale tra Fisica, Chimica, Logica, Matematica e Biologia, il tutto senza pagare nulla (a differenza di quanto accade di solito con i corsi di preparazione). Con gli appunti e le domande che ho scritto appositamente per il corso ho iniziato a buttare giù una bozza del libro, scrivendo poi le soluzioni e disegnando gli schemi illustrativi.

HAL: Come è strutturato l’ebook? Non sarà per caso un altro di quei bignami concentratissimi e semi-incomprensibili, spero.

MS: (sorride) No, l’idea è sempre stata quella di creare qualcosa di semplice, facilmente reperibile, di qualità ma comunque ultra low-cost. “In Palestra per la Fisica” è strutturato come un vero e proprio corso di preparazione ai test di ammissione a facoltà: lo studente/lettore inizia affrontando un test di ingresso per valutare eventuali lacune, quindi si susseguono 10 unità in cui si affrontano vari argomenti, per poi concludere con le batterie finali di ricapitolazione (con tanto di foglio-risposta sul quale riportare le risposte, proprio come nei test veri e propri).

Copertina

“L’idea è sempre stata quella di creare qualcosa di semplice, facilmente reperibile, di qualità ma comunque ultra low-cost.” (Massimo Stella)

HAL: Bene. So che me ne pentirò, ma vorrei chiederti anche quali sono gli argomenti trattati nel corso del libro? A quale programma corrispondono?

MS: Le unità ricalcano i programmi ministeriali per l’ammissione a Medicina con degli ulteriori “innesti” che potrebbero essere utili soprattutto a chi si prepara per Ingegneria. I temi trattati spaziano dalle Grandezze Fisiche alla Cinematica, dai Principi della Dinamica a quelli di Conservazione, dalla Fluidostatica alla Struttura della Materia, passando per la Termodinamica, l’Elettromagnetismo e l’Ottica. Insomma, è un ebook con abbastanza carne al fuoco.

HAL: Quanti paroloni. Spero che uno studente non si spaventi di fronte a tutti questi argomenti…

MS: Quello che ti ho citato è praticamente il programma di studio di un alunno del liceo scientifico. Non c’è da spaventarsi comunque, ogni esercizio è risolto cercando di inserire quanti più concetti utili possibili nelle spiegazioni, che difficilmente risulteranno troppo stringate, come capita spesso nei libri omnicomprensivi (e che onestamente ritengo piuttosto costosi per quello che offrono).

HAL: Senti, come mai la scelta dei quesiti in inglese? Che io sappia gli altri libri alpha del settore non hanno quiz in lingua.

MS: Oggi l’inglese è fondamentale, soprattutto visto che con la crisi economica la conoscenza di una lingua aumenta il numero di opportunità lavorative. Abituarsi all’idea dell’inglese, anche nei quiz, paga sempre. Non solo per chi vuole prepararsi ai Graduate Examination Records per Fisica, ma anche per chi vuole migliorare le proprie conoscenze in vista di un esame in lingua. Devo dire che i quesiti sono stati un vero problema durante il corso (soprattutto perché il linguaggio scientifico richiede un certo lessico specifico) e hanno sorpreso anche diversi correttori di bozze. Spero che il lettore capace riesca a passare con disinvoltura dai quesiti in italiano (evidenziati in grigio) a quelli in inglese (evidenziati in azzurro).

HAL: Insomma, tante buone intenzioni e molto impegno. Come mai non hai pensato a distribuire l’ebook gratuitamente?

MS: Acquistare l’ebook gratuitamente è possibile! (Sottolinealo, HAL!) Registrandosi a UltimaBooks si hanno 3 euro di buono da spendere, da lì si può noleggiare In Palestra ad 1 euro per 2 giorni oppure acquistarlo a 2,49 euro. E si hanno ancora altri soldi per altri acquisti!!! Tornando alla domanda, in passato ho realizzato alcuni lavori gratuitamente sotto licenza CC e ho avuto brutte esperienze. Associarmi ad un editore digitale mi protegge da eventuali plagi o manomissioni e mi stimola anche a far meglio. Inoltre, con i ricavi della vendita digitale, vorrei racimolare i fondi necessari a far partire anche un servizio di Print On Demand a prezzi competitivi. Attualmente, comunque, chiunque può acquistare l’ebook e stamparlo, spendendo in tutto circa dieci volte meno di altre soluzioni ben più costose e troppo succinte.

HAL: Bene, Massimo. In bocca al lupo, allora!!!

Annunci